18. Nicholas Freund.

Per Nicholas Freund il mondo funziona grazie a sole due cose, che fanno da contenitori a ogni probabile conseguenza: Società e Civiltà.
La società è divisa in bambini, adolescenti, adulti e anziani; i bambini sono protetti e privi di qualsiasi responsabilità, gli adulti sono coloro su cui cadono le responsabilità del mondo che devono mandare avanti lavorando, ma nonostante questo, sono coloro liberi di fare le loro scelte e, in moltissimi casi, di scegliere anche per gli altri, gli anziani sono gli adulti che hanno svolto il loro ruolo nella società, arrivando a essere obsoleti per un mondo in continuo cambiamento, finalmente degni pensionati.
Gli adolescenti sono invece una tappa a cui il mondo odierno sembra essersi scordato di dare le giuste motivazioni per svolgere i loro ruoli. Sono responsabili del loro futuro, ma non possono fare nessuna scelta o decisione, lo studio che devono intraprendere per un lavoro futuro e per avere il proprio ruolo nella società, in ogni caso, non è una promessa che questo ci sarà. Devono rispettare tante regole, devono avere tante responsabilità, come un adulto, ma al contempo, non possono fare nessuna scelta, non possono venir presi in considerazione da qualcuno che possa offrir loro un lavoro con paga certa che possa renderli indipendenti, quindi vengono rispettati ancora come bambini.
Responsabilizzati come adulti, trattati come bambini.
Certo, forse all’intero mondo questo va bene, ma non a Nicholas Freund.
La civiltà è un insieme mutevole di regole e costumi, che ogni generazione ha visto come unica, giusta e assoluta la sua, lottando a volte per mantenere la tradizioni, a volte per sconfiggerle. Le persone devono assolutamente adeguarsi sempre alla civiltà, per Nicholas, non ci sarebbe l’espressione “umano” in un mondo senza una civiltà. La sua è la civiltà del ventunesimo secolo: la globalizzazione, il potere del denaro, le guerre economiche, il consumismo e il vaccilante equilibrio tra valori, emozioni, e potere, superficialità dell’animo.
Certo, forse all’intero mondo questo va bene, ma non a Nicholas Freund.
Alla mente di Nicholas Freund non vanno bene queste regole, la sua mente è “allergica” a queste cose.
Ha tanto odio dentro, ma sorride sempre.
Parla molto, ma nessun riesce a capire niente.
E fa tante altre cose “insensate”…
Nicholas porta i capelli lunghi, ma li tratta come se fossero corti.
La cerniera del suo zaino non si trova nella parte superiore, ma quella inferiore.
Porta pantaloni formali, ma li tratta come se fossero informali, non gli stira e ha le toppe alle ginocchia.
Compre le magliette a maniche lunghe, ma taglia le maniche.
E’ molto alto, ma porta scarpe dalla suola pesante e grossa.
Va a scuola per divertirsi, dando fastidio a tutti e studia per conto suo quello che è di suo interesse, con conseguenza che viene espulso ogni anno, da ogni scuola diversa.
Non ignora niente di quello che potrebbe causarli problemi, istiga i ragazzi a fare a botte con lui, non attraversa mai sulle strisce pedonali, risponde male a tutti quelli che vede più temuti e rispettati.
E’ totalmente e incredibilmente solo nella sua diversità, ma non si sente solo.
Abbandonato dai genitori, buttato nelle braccia di una sola e anziana nonna, non si sente di avere il diritto di essere mantenuto.
Ha dato un nome al suo cervello (Churro) come per ringraziarlo, di averlo fatto nascere così unico.
Ma, per quanto a tutti noi, Nicholas Freund ci possa sembrare pazzo, credetemi, quando vi dico…
Che se la sua libertà avesse un odore e voi la sentireste, avreste sentito il più dolce e paradisiaco dei profumi che possano mai esistere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...